Post

folle-di-corsa-banner

Il fenomeno Plogging, ovvero correre raccogliendo rifiuti

Immagine
Sembra che il plogging, cioè il jogging pulendo il mondo dalla spazzatura, stia diventando tendenza. Proviamo a ragionarci su.
Questo tipo di corsa è nato da poco in Svezia, prendendo coscienza di sé fino a darsi in nome di Ploggingfondendo i termini "jogging" (alcuni dicono running) e "plocka upp” (raccogliere in svedese). Si corre con uno zaino o un sacchetto in cui riporre cartacce, lattine, bottigliette e chi più ne ha, più ne metta... ovviamente, dentro il cestino. C'è chi dice che il plogging, oltre ad essere uno sport benefico per l'ambiente, sia molto più salutare rispetto alla corsa tradizionale per il continuo alzarsi e abbassarsi. Glutei e quadricipiti ne uscirebbero rafforzati quasi quanto una sessione di squat in palestra sempre che, ovviamente, si raccolga piegando le gambe...
Quindi se siete stanchi del solito running ora c'è anche il plogging, sempre meno strano e più social. Adesso non resta che aggiungere un po' di pepe come sfide a tem…

Il Palio del Pane di Gessate

Immagine
   NON DI SOLO PANE tratterà questo post, ma anche di dolci contadini, tradizioni, sagre, leggende e corse del Palio del Pane di Gessate (MI).  Quindi bando alle ciance e vediamo quali sono gli ingredienti per questa sfida sportivo-gastronomica che ad ottobre vede opporsi le contrade cittadine.

  LA SAGRA DELLA PACIARELA Possiamo considerare il Palio del Pane del comune milanese come una sorta di spinoff, una emanazione della più antica Sagra della Paciarela.  Quest'ultima, nata nel 1971, rende omaggio alla tradizionale torta di latte locale. Di origine incerta, ma sicuramente contadina, la Paciarela per secoli fu realizzata semplicemente con pane, latte e cioccolato.  Al giorno d'oggi gli ingredienti sono diventati più numerosi, ricercati e sostanziosi, mentre il dolce dal 2006 ha ricevuto la Denominazione Comunale di Origine (De.C.O.) come Paciarela di Gessate. Tornando alla Sagra della Paciarela, dal 1989 si sono unite la manifestazione storica e il Palio del Pane. La prima …

Scappare come la gazzella o rincorrere come il leone?

Immagine
Ogni mattina, anche se non siamo in Africa, quando sorge il sole ai runners si presenta il solito dilemma della corsa. Corriamo scappando da qualcosa o lo facciamo rincorrendo qualcuno?
Già. Tutti noi conosciamo a memoria la storiella del Leone e della Gazzella, ma non ci abbiamo mai riflettuto in maniera sportiva. E giustamente se inizio con "In Africa, ogni mattina, quando sorge il sole ..." ci viene subito in mente la celebre versione di Aldo nel film Così è la vita.  Poco male, perchè tanto anche se non corriamo di mattina, quando sorge il sole e nemmeno nel Continente Nero (paraponziponzipo'), tutti noi arriviamo ad un momento in cui ci sentiamo un po' leone e/o un po' gazzella. Può essere infatti che andiamo a correre per scappare dai nostri problemi oppure può essere che corriamo per rincorrere una forma ideale, un traguardo o seguire una tendenza lanciata anni fa da qualche conduttore radiofonico. 
Eppure l'opzione podistica fuga/inseguimento potrebbe…

BDC #25: il "giovane" Palio delle botti di Luino

Immagine
FINALMENTE non è un post di corsa e finalmente, andando a Luino (VA), si torna a parlare di corse delle botti con il capitolo numero 25 dell'eno-rubricaBotte di corsa.  E, nonostante la poca esperienza, il Palio delle Botti che a settembre va in scena in questo centro del lago maggiore richiama un bel po' di concetti a noi familiari...


GIOVANE MA ANTICA Sono due finora le edizioni della Corsa delle Botti di Luino e quindi sì, giovane e con poca esperienza.  Eppure il Palio, un po' come un bimbo, probabilmente ti risponderà orgoglioso e un filo stizzito con un "quasi tre". Guardando sempre avanti.  A Luino invece nel 2016 il Gruppo Sportivo Socioculturale Mottese e il BAL (Borghi Alto Luinese) si sono guardati intorno e anche un po' indietro, con l'intento di creare un qualcosa di particolare in onore della vendemmia.  Rendendo omaggio ai viticoltori della zona rispolverando quelle belle sfide antiche tra mastri bottai a suon di tradizionali corse rotolanti…

1° Aprile di Pasqua

Immagine
Già, ecco un altro post di corsa
Questa volta è per augurarti Buona Pasqua e metterti in guardia dal contemporaneo Pesce d'aprile.
Domenica 1° aprile a parte, lasciami dire una piccola cosa. Oggi avrei potuto benissimo buttare giù una ventina di righe su una qualche corsa storica, più o meno strana. Eppure non mi va di fare le cose di fretta con il rischio di banalizzare, essere troppo sbrigativo nelle ricerche e, quindi, non farti assaporare pienamente i suoi vari aspetti.
Tanto per Pascua e Pascuetta forse è meglio rilassarsi, portare avanti i prossimi progetti e magari rileggere i vecchi post del periodo su Corsa della Torta di Oleggio, Ballo dei Diavoli di Prizzi, Uomo Vivo di Scicli e la Corsa delle Botti di Bibbona

Non è un post

Immagine
"Ma basta con questi post di corsa!!" Beh, in effetti è da un po' di tempo che non scrivo di qualche bel Palio tradizionale e strano. E questo non lo possiamo nemmeno definire un post, solo un... "Scuse, solo scuse! Adesso ci dirai che non hai avuto tempo perchè bla bla, bla bla ..." Vero. Completamente vero. Sono stato alla Milano Digital Week e sto scrivendo un post per 4writing su ... "Ma noi vogliamo corse strane, tradizionali, folkloristiche! Dove sono finite le corse delle botti dell'eno-rubrica Botte di corsa? E il LabirinTeam? E tutti quei progetti speciali?" Più che giusto, hai completamente ragione.  A proposito di LabirinTeam, non mi ricordo se ti ho già detto che lunedì 26 marzo alle ore 15.00 all'auditorium Padre Reina di Rho (MI) terrò una conferenza sui Labirinti d'Italia.  E' gratis ma se vuoi venire mandami una mail a folledicorsa@gmail.com, scrivimi qua sotto nei commenti oppure contattami via social"Ah sì? Forte…

Marzo, il mese pazzerello

Immagine
Se marzo viene definito dal folklore e dalla tradizione popolare come pazzerello, allora dovrebbe essere il mese ideale per Folle di corsa.  E invece, guardando la pagina Quando e dove, si direbbe di no. O forse .
Comunque sembra proprio che quest'anno possiamo dire senza riserve "Marzo pazzerello, esce il sole e prendi l'ombrello". Prima il freddo, neve e gelicidio siberiano, ora belle giornate o periodi di pioggia e tra un po', ad inizio primavera, un colpo di coda dell'inverno. Dicono un Burian bis la vendetta.  Ma non sono qui a fare discorsi da ascensore per spezzare un imbarazzante silenzio opprimente e nemmeno a discutere di previsioni del tempo, bufale o meteo-terrorismo.  Parliamo invece di corse. 
Avendo adesso un bel campione statistico di eventi podistici, palii tradizionali e strane sfide di corsa, si potrebbe affermare che marzo sia il mese meno movimentato dell'anno. O almeno, questo è quello che puoi notare se vai a vedere l'elenco …
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


RICORDA, NON BISOGNA ESSERE ATLETI PROFESSIONISTI PER SEGUIRE LE ORME DI FOLLE DI CORSA.
BASTA INFORMARSI, EVITARE DI LANCIARSI IN IMPRESE AL DI SOPRA DELLE PROPRIE CAPACITA' E RICORDARE DI PREPARARSI ADEGUATAMENTE ALL'EVENTO CON QUALCHE ALLENAMENTO SPECIFICO ....