folle-di-corsa-banner

La corsa nel medioevo del Palio di Noale


  IN QUESTI GIORNI la città di Noale (VE) è tornata nel medioevo, a quel 1347 in cui la famiglia dei Tempesta dominava sul locale castello e bandiva un Palio di corsa.
Le rievocazioni dell'Incendio alla Torre e della Bala d'Oro, i sontuosi banchetti, gli spettacoli e duelli mozzafiato, i cortei e il mercato medievale riporteranno così, tra l'11 e il 19 di giugno, Noale indietro nel tempo.
Per una staffetta podistica d'altri tempi, in cui l'imperativo della contrada è vincere o non arrivare ultimi.

Per il programma 2016, informazioni e un breve video sul Palio di Noale, clicca qui.

Palio-di-noale

  1339 E 1347 Sono addirittura due i documenti trevigiani della prima metà del XIV secolo che parlano di una sfida di corsa bandita dagli avogari (amministratori delle proprietà vescovili) Tempesta. 
E il fatto di essere pubblicizzata a Treviso potrebbe far capire come la gara, sebbene fosse definita Palio, era aperta non solamente agli abitanti di Noale.
Il Palio medievale di Noale, infatti, era una competizione calata dall'alto, da tenere al Castello dei Tempesta, per festeggiare eventi molto particolari. Insomma, aveva le caratteristiche di un'avvincente gara da disputarsi una volta ogni tanto soprattutto per il divertimento del nobile di turno.
E per spronare ancora di più i corridori, si usava un sistema basato su un premio e un castigo.  

Palio-di-noale

  VELA E CICLISMO, DRAPPO E CARBONE Eccoti una parte del documento datato 1347, quella contente il messaggio che doveva essere bandito in piazza:
chi vuole correre al palio podistico, che organizzano e sono soliti organizzare i signori avogari nel loro castello di Noale nella festa di Pentecoste, si rechi in quel luogo e chi corre di più avrà il palio predetto e l'ultimo sarà imbrattato e schiaffeggiato con
colore nero ovvero con carboni
Già. 
Se ci pensiamo, un Palio non ha il podio. Si vince e basta, un po' come per la Coppa America di vela con il suo antico motto/fraintendimento There is no second.

Palio-di-noale

Avendo un unico premio disponibile, il drappo, dietro al vincitore di un Palio c'è una sorta di disinteresse. Tra gli spettatori e, probabilmente, tra i concorrenti che rimangono a bocca asciutta vedendosi sfuggire il primo posto.
Ma al Palio di Noale, accanto alla gloria del primo, veniva affiancato lo scherno per l'ultimo arrivato. Infatti, sebbene il nero del carbone sul viso ricordi la famosa maglia nera del Giro d'Italia che dal 1946 al 1951 divenne il simbolo indossato dal fanalino di coda della classifica generale, esso non ha lo stesso significato goliardico e di "primo dei mortali" come nel ciclismo.
Altro che epiche sfide a fermarsi volontariamente in trattorie, bar, fienili o a forarsi da soli le proprie ruote ...

Palio-di-noale

  IL PALIO Dal 1996 il Palio di Noale viene riproposto aggiornandone alcuni aspetti.
Divenuto un Palio intracittadino tra le 7 contrade di Noale (Bastia, Cerva, Drago, Gatto, San Giorgio, San Giovanni e Sant'Urbano), è sempre basato su una sfida podistica nel castello dei Tempesta la terza domenica di giugno. Oggi però si tratta di una corsa a staffetta mista, di 1600 metri totali. All'arrivo nessun nastro da tagliare, ma solo 7 campanelle poste a circa 2 metri e mezzo di altezza. 
E l'ultima Contrada a colpirla riceverà, anche se in modo più delicato rispetto alla versione medievale, l'onta del viso sporcato di carbone. 

Palio-di-noale

  E TANTO ALTRO ... Sebbene la corsa sia l'evento centrale del Palio di Noale, non ci si può dimenticare che è l'intera città a fare un salto indietro nel tempo.
Questo vuole dire sontuosi banchetti in costume Trecentesco, un corteo storico di quasi 1000 figuranti (nobili, popolani, chierici, guerrieri, giocolieri, ecc.), continui spettacoli e un mercatino medievale. Senza dimenticarsi i combattimenti tra guelfi e ghibellini o lo spettacolare Incendio della Torre del Castello dei Tempesta. Per le diciottenni, poi, la tradizione medievale della Bala d'Oro, modo per scegliere a sorteggio due donzelle di Noale e due del contado per donare loro una dote da 12 ducati.

Palio-di-noale

E tutto, al Palio di Noale, è perfettamente ricostruito nei minimi particolari, come se fossimo tornati di corsa al 1347 ...
 
Lo sapevi? Hundredrooms, portale web che confronta oltre 100 siti al fine di ottimizzare la tua ricerca di strutture turistiche nel mondo, ha scoperto Noale e il suo Palio grazie a questo post. 
Pensate a loro quando visiterete la cittadina per assistere all'Incendio della Torre, alla cerimonia della Bala d'Oro e, ovviamente, a correre nel medioevo.


Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I 5 post più letti

Mandato all'Inferno(Run)

La Corsa degli Zombi: un post-apocalittico

BDC #16: non solo Palio delle Botti a Manciano

Il Palio dei Fiaschi a Pozzuolo Umbro

Breaking2 together, la social maratona sprint di Milano



RICORDA, NON BISOGNA ESSERE ATLETI PROFESSIONISTI PER SEGUIRE LE ORME DI FOLLE DI CORSA.
BASTA INFORMARSI, EVITARE DI LANCIARSI IN IMPRESE AL DI SOPRA DELLE PROPRIE CAPACITA' E RICORDARE DI PREPARARSI ADEGUATAMENTE ALL'EVENTO CON QUALCHE ALLENAMENTO SPECIFICO ....