venerdì 24 giugno 2016

Bersaglieri: una corsa lunga 180 anni


"SCUSI, SON GIA' PASSATI?" Questa, quando si parla di Bersaglieri, la domanda più ricorrente tra la gente assiepata ad una parata. 
Ma chi sono e perchè corrono? E come mai sono così amati dalle folle?
Folle di corsa, in occasione del loro recentissimo 180° compleanno, cercherà di rispondere a queste domande ripercorrendo storia e costumi degli animosi Bersaglieri.


18 GIUGNO 1836 Fu Alessandro Ferrero de La Marmora, allora capitano del Reggimento Guardie del Regno di Sardegna, a proporre la creazione di una nuova specialità di fanteria d'assalto improntata sull'individualità, l'iniziativa, la spigliatezza, l'abilità di tiro (di avere un bersaglio) e la massima mobilità sul campo di battaglia. 

Bersaglieri-costituzione

In quel giorno di fine primavera del 1836 nacque così il Corpo dei Bersaglieri che, sulla base del decalogo stilato da La Marmora, si rivelava perfetto per esplorazioni e missioni particolarmente insidiose. Insomma, in scenari di guerra dove velocità, improvvisazione e accuratezza del colpo potevano cambiare le carte in tavola.

Bersaglieri-1848

Ed ecco il battesimo del fuoco di Goito (Prima Guerra d'Indipendenza) nel 1848, la spedizione in Crimea del 1854 in cui perse la vita lo stesso La Marmora, le lunghe battaglie risorgimentali, la Breccia di Porta Pia, le guerre mondiali e non del Regno d'Italia, le ultime missioni di pace ... 

domenica 19 giugno 2016

Folle sull'acqua con The Floating Piers


TUTTI AL LAGO Sembra proprio così.
Già dalle prime ore di apertura, infatti, è sembrato che tutti volessero provare quelle passerelle galleggianti dell'artista bulgaro Christo, quell'opera d'arte mai vista che consente di camminare sulle acque del Lago d'Iseo. E The Floating Piers sarà aperta fino al 3 luglio, dando modo alle folle di percorrere liberamente quei nastri arancioni che abbracciano le isole del Lago e le collegano alla terra ferma.
Tra questa miriade di curiosi e sognatori, ovviamente, ci sarà anche Folle di corsa.

Per saperne di più su Christo and Jeanne-Claude, clicca qui
Per il sito ufficiale di The Floating Piers, clicca qui
Per informazioni pratiche, invece, clicca qui 

Folle-su-The-Floating-Piers

CHRISTO, CHE OPERA! Sì, lo so, questa battuta era pessima.
Eppure è difficile evitare giochi di parole se un artista come Christo ti permette di camminare sulle acque. Perché se dagli anni '70 in Italia era conosciuto come l'impacchettatore di opere d'arte, oggi Christo è divenuto il creatore di ponti e il promotore della bellezza del Lago d'Iseo.
Infatti, esattamente dopo 40 anni dal suo ultimo progetto italiano, l'artista torna nel Bel Paese già con l'idea di creare una passerella galleggiante su un qualche lago. La scelta cadde sul Lago d'Iseo, ritenuto il più adatto e di grande ispirazione, poi partì la fase di progettazione e realizzazione.

Christo-su-Floating-Piers

domenica 12 giugno 2016

La corsa nel medioevo del Palio di Noale


IN QUESTI GIORNI la città di Noale (VE) è tornata nel medioevo, a quel 1347 in cui la famiglia dei Tempesta dominava sul locale castello e bandiva un Palio di corsa.
Le rievocazioni dell'Incendio alla Torre e della Bala d'Oro, i sontuosi banchetti, gli spettacoli e duelli mozzafiato, i cortei e il mercato medievale riporteranno così, tra l'11 e il 19 di giugno, Noale indietro nel tempo.
Per una staffetta podistica d'altri tempi, in cui l'imperativo della contrada è vincere o non arrivare ultimi.

Per il programma 2016, informazioni e un breve video sul Palio di Noale, clicca qui.

Palio-di-noale

1339 E 1347 Sono addirittura due i documenti trevigiani della prima metà del XIV secolo che parlano di una sfida di corsa bandita dagli avogari (amministratori delle proprietà vescovili) Tempesta. 
E il fatto di essere pubblicizzata a Treviso potrebbe far capire come la gara, sebbene fosse definita Palio, era aperta non solamente agli abitanti di Noale.
Il Palio medievale di Noale, infatti, era una competizione calata dall'alto, da tenere al Castello dei Tempesta, per festeggiare eventi molto particolari. Insomma, aveva le caratteristiche di un'avvincente gara da disputarsi una volta ogni tanto soprattutto per il divertimento del nobile di turno.
E per spronare ancora di più i corridori, si usava un sistema basato su un premio e un castigo.  

Palio-di-noale

VELA E CICLISMO, DRAPPO E CARBONE Eccoti una parte del documento datato 1347, quella contente il messaggio che doveva essere bandito in piazza:
chi vuole correre al palio podistico, che organizzano e sono soliti organizzare i signori avogari nel loro castello di Noale nella festa di Pentecoste, si rechi in quel luogo e chi corre di più avrà il palio predetto e l'ultimo sarà imbrattato e schiaffeggiato con
colore nero ovvero con carboni
Già. 
Se ci pensiamo, un Palio non ha il podio. Si vince e basta, un po' come per la Coppa America di vela con il suo antico motto/fraintendimento There is no second.

Palio-di-noale

giovedì 2 giugno 2016

Yes, Man ... Instagram!


FOTO DI CORSA Twitter, Google Plus, pagine Facebook di blog e LabirinTeam
E adesso, oltre a questi canali social, Folle di corsa sbarca anche su Instagram (@folledicorsa).
Per fare un po' come nel Jogging Fotografico del film Yes Man.

profilo-instagram

YES MAN Già, hai capito bene. E l'attore comico protagonista della pellicola del 2008 è, nemmeno a farlo apposta, proprio l'uomo del banner qua in alto e dell'immagine di copertina dei vari social (per una immagine "di riserva", vai a Lo strano banner del dottor Jones e di Mr. Ace): Jim Carrey.


Senza fare spoiler e rivelare troppo della trama del film, Yes Man parla di un individuo solitario e sempre chiuso in  stesso che vede la propria vita completamente stravolta una volta entrato a far parte degli Yes Men, cioè tra quegli uomini del sì che rispondono sempre in modo affermativo a qualsiasi domanda venga loro fatta. Come puoi ben immaginare, le situazioni comiche e paradossali si susseguiranno senza interruzione fino ad arrivare a quelle scene finali che ci interessano particolarmente.
Per ben due mattine, infatti, il nostro Jim Carrey dovrà rincorrere la sua nuova e lunatica ragazza intenta a guidare nel parco un gruppetto di runner appassionati di fotografia (o di fotografi appassionati di corsa).

Jogging-Fotografico-Yes-Man

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...