martedì 25 aprile 2017

Folledicorsa.it

www-folledicorsa

Da inizio aprile Folle di corsa è diventato un cosiddetto dominio di secondo livello, abbandonando la dicitura "blogspot". 
Ma cosa cambia per te? Niente...tutto...qualcosina.
Non cambierà nulla. La magia di internet farà in modo che nessun vecchio link si perda nell'iperspazio cibernetico e, senza che te ne accorga, sarai già al nuovo indirizzo. Figo, eh?
Cambierà tutto. Già, ora dovrai purtroppo trovarti un nuovo scioglilingua che sostituisca folle-di-corsa-punto-blogspot-punto-com. Ti consiglio, da adesso, di sfidare i tuoi amici o la tua resistenza di fiato con il noto sketch di Natalino Balasso "I somari dei sumeri".
E, infine, cambierà qualcosina. www.folledicorsa.it, per esempio, non sembra ancora più strano, folkloristico e tradizionale?

martedì 18 aprile 2017

Post di corsa


Ciao, questo è il primo post di corsa su Folle di corsa
Brevi, schietti e veloci da leggere, i post di corsa rappresentano un 100m di rapide notizie, riflessioni e avvisi se confrontati con quelle maratone di articoli dedicati a quelle corse podistiche strane, tradizionali o folkloristiche che hanno bisogno di essere lette (e assaporate) con calma. 
I post di corsa saranno quindi intermezzi sprint poco adatti ad un social e ideali, invece, a non rendere troppo lunga l'attesa del consueto post di Folle di corsa
E un po' come per l'eno-rubrica Botte di corsa, i post di corsa avranno un tag dedicato e un link qui a destra che li accorperà.
Allora, che ne pensi?

sabato 1 aprile 2017

Pesce d'Aprile!


CONTINUA A LEGGERE Questo potrebbe sembrare un nuovo post di Folle di corsa, ma non lo è ... Pesce d'aprile!

(Tu comunque continua a leggere)


OCCHIO ALLE SPALLE Già, perchè il primo di aprile siamo tutti a guardarci le spalle. Da parenti, amici, sconosciuti, bufale e siti internet. 
E visto che oggi siamo già tutti impegnati in questo guardingo valzer per controllarci la schiena, potremmo buttare un occhio anche alle spalle del presente, tornando alle origini del pesce d'aprile.
C'è chi dice che tutto parta dalle prime pesche primaverili del passato. Spesso accadeva che i pescatori, non trovando pesci nei primi giorni di aprile, tornassero in porto a mani vuote, divenendo oggetto di scherno e burla da parte dei compaesani.
C'è chi dice invece che il beato Bertrando di San Genesio, patriarca di Aquileia dal 1334 al 1350, proprio quel giorno avesse liberato miracolosamente la gola di un papa da una spina di pesce che lo stava soffocando. Per gratitudine verso questo novello San Biagio, il pontefice avrebbe decretato che ad Aquileia, il primo aprile, non si mangiasse più pesce.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...