folle-di-corsa-banner

Corsa nella Bealera 2015: La versione di Stefano


  GIRO DI BOA Metà di febbraio. Sono passati 6 mesi dalla Corsa nella Bealera di Ferragosto 2015. 
E altrettanti ne mancano per tornare a Podio, frazione di Bene Vagienna (CN), e immergersi nella corrente del canale agricolo per correre come quegli accaldati operai delle fornaci di inizio Novecento.
Siamo quindi al giro di boa, nell'istante in cui il passato del l'ho fatta diventa il futuro del la rifarò
Quale modo migliore di sottolineare il momento se non con un post sulla rievocazione storica del 2015? 
Questa volta lascerò raccontare la Corsa dello scorso agosto ad un amico di Folle di corsa, alla sua prima esperienza nel canale.
Eccoti la Corsa nella Bealera 2015.
Ecco la versione di Stefano.

corsa-nella-bealera-versione-di-stefano


- Stefano presentati. Qualche parola su di te, sul tuo curriculum sportivo e sul motivo che ti ha spinto a correre nella Bealera di Podio.
Mi chiamo Stefano, ho 20 anni, studio Scienze Motorie, sono un amico di Paolo e suo compagno ad atletica. Il mio background (la parola mi è stata suggerita) sportivo è infatti questo, la corsa.
Forse mi conoscete già per aver fatto parte del LabirinTeam, la Corsa nel Labirinto del Castello di Masino (vai a Perditi a Masino come ha fatto il LabirinTeam), ma la mia prima esperienza con Folle di corsa è stata proprio la Corsa nella Bealera di Podio.
Cosa mi ha spinto a farla? Curiosità, penso ...

- Ti siedi sul manto erboso della riva e immergi i piedi nella Bealera. Cosa pensi in questo momento? 
Allora, tutto inizia con un Ferragosto che non è stato dei migliori. Freddo e piovoso.
Quindi, metto i piedi nella Bealera e sento che l'acqua è gelida, con un bel po' di corrente. Per prima cosa penso "Dannazione! Perchè mi sono fatto convincere? In che cosa mi sono cacciato?", poi ho visto gli stessi dubbi sul volto di chi doveva correre con me.
Allora ci siamo fatti forza e ci siamo buttati.

- Esci dall'acqua, stremato. Tra gli abitanti di Podio ...
Cosa intendi? Sai, io ho fatto batteria e finale ... [maledetto! (ndr)] Beh, nel primo caso, eravamo all'inizio e non c'era ancora moltissimo tifo, ma con la finale tutto è cambiato.
Nonostante sia arrivato ultimo, non mi aspettavo questa grande attenzione e supporto!
Complimenti, pacche sulle spalle, chiacchierate, risate. 
  
- Sei all'asciutto e in attesa di correre la finale. Ora, finalmente, puoi osservare con più tranquillità le altre batterie. Cosa vedi? 
Devo ammettere innanzitutto che ho pensato di non fare la finale: tra stanchezza, freddo e acqua gelida, ero ridotto ad uno straccio. Diciamo che ho approfittato della pausa per ritrovare le energie e fare il tifo per gli altri corridori nella Bealera.
Ho dato un'occhiata soprattutto a Paolo per incitarlo e capire dove "mettere i piedi" nell'acqua, visto che vi aveva già corso. Infatti, oltre a godermi lo spettacolo, studiavo mosse e strategie di quelli che potevano essere i miei futuri avversari ...

- Cosa ti ha colpito di più della Corsa?
L'ambientazione.
Facendo atletica sono abituato a corse più tranquille, serie, professionali. Qua invece c'era un canale, l'acqua, la corrente ... e tanta partecipazione!
Ecco, mi ha sorpreso vedere un tifo quasi da stadio per tutti, ma proprio per tutti!

- La Corsa nella Bealera è definita rievocazione storica: ti sei reso conto di questa particolarità? 
Conoscevo l'origine storica ma, a dirla tutta, quello che ho sentito maggiormente è stato il sapore paesano della Corsa ... In altre parole, una Storia diventata tradizione.

- Se ti dicessero: "Domani tutti a correre nella Bealera!", quale sarebbe la tua reazione? 
A febbraio?! Non mi sembra un'idea molto saggia ...
Se però parliamo di un altro periodo dell'anno, sì, si può fare.  

- La consiglieresti al tuo peggior nemico o al tuo miglior amico?
Se penso solo alla fatica, la consiglierei al mio peggior nemico.
Ma visto che stiamo parlando soprattutto di una giornata di festa come Ferragosto, di una corsa insolita, di tanti amici e di un territorio spettacolare, consiglierei la Corsa nella Bealera di Podio al mio miglior amico. Assolutamente.
 corsa-nella-bealera-versione-di-stefano



   

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I 5 post più letti

Mandato all'Inferno(Run)

BDC #16: non solo Palio delle Botti a Manciano

La Corsa degli Zombi: un post-apocalittico

Il Palio dei Fiaschi a Pozzuolo Umbro

Magione e il Palio del Giogo



RICORDA, NON BISOGNA ESSERE ATLETI PROFESSIONISTI PER SEGUIRE LE ORME DI FOLLE DI CORSA.
BASTA INFORMARSI, EVITARE DI LANCIARSI IN IMPRESE AL DI SOPRA DELLE PROPRIE CAPACITA' E RICORDARE DI PREPARARSI ADEGUATAMENTE ALL'EVENTO CON QUALCHE ALLENAMENTO SPECIFICO ....