martedì 28 febbraio 2017

La corsa delle botti incendiarie di Ottery


OTTERY BURNING FESTIVAL Altro che carretti infuocati (vai a Il Palio che infiamma Tarcento) o corse delle botti (vai a Botte di corsa)! 
Da secoli ogni 5 novembre a Ottery St. Mary (sud ovest dell'Inghilterra) va in scena una pazza corsa per le vie del paese passandosi di spalla in spalla botti infuocate.
Ecco qui, lettori di Folle di corsa, l'Ottery Burning Festival


5 NOVEMBRE 1605 Sembra che la consuetudine di Ottery St. Mary di caricarsi in spalla delle botti di catrame infuocate sia nata nel corso del XVII secolo. E botti, fuoco e corsa molto probabilmente hanno a che fare con gli avvenimenti del 5 novembre 1605
La data è quella della celebre Congiura delle Polveri, il fallito complotto di un gruppo di cattolici inglesi che cercarono di eliminare re Giacomo I e l'intera Camera dei Lord riempiendo i sotterranei del Parlamento di barili di polvere da sparo. 

congiura-polveri-5-novembre-1605-ottery

Da questo scampato pericolo nazionale, quel giorno diventò la Guy Fawkes Night o la Bonfire Night. Se il primo nome è incentrato sulla figura del principale cospiratore (la cui maschera, a causa del film V per Vendetta, è diventata il simbolo di Anonymous) da bruciare e ribruciare, il secondo si basa per contrappasso su esplosioni "buone", festose e pirotecniche.
E tornando ad Ottery e alla nostra corsa, i barili esplosivi del mancato attentato si trasformano in botti infuocate da allontanare in fretta e furia dalla comunità, sulle spalle di cittadini coraggiosi.

ottery-burning-festival-fuoco-polveri-fawkes

lunedì 20 febbraio 2017

Carnevale, Viterbo, Corsa delle carriole... e per il 2017?


L'ANNO SCORSO, a Viterbo, è andata in scena durante il carnevale la corsa delle carriole.
Ma si farà anche quest'anno? 
Mentre cerco di scoprirlo, vediamo cos'è successo nel 2016 tra le vie del centro laziale.


FACCIAMO CENTRO Pancake (vai a Verso la quaresima con la Corsa dei Pancake), Zussl (vai a La Corsa degli Zussl di giovedì (Grasso)), bighe (vai a Pont-Saint-Martin, il Carnevale "romano" e la Corsa delle Bighe) e ora carriole. Possiamo dire che a carnevale, su Folle di corsa, ogni tipo di corsa vale
Con la gara in maschera di Viterbo, poi, andiamo sul sicuro e Facciamo Centro colpendo sport, stranezze, tradizioni e valorizzazione.
E Facciamo centro è, in effetti, il nome di chi ha organizzato la Corsa delle Carriole. Si tratta dell'associazione di Viterbo nata dall'unione tra i commercianti e le strutture ricettive della città con lo scopo di promuovere e rivitalizzare il centro storico.

domenica 5 febbraio 2017

BDC #19: Montefiascone ... Est! Est!! Est!!!


AD AGOSTO La Fiera del vino c'è! il Palio delle botti c'è!! La gara di pigiatura c'è!!! 
Esattamente come il messo del celebre vescovo medievale, l'eno-rubrica Botte di corsa nota tali gare, tradizioni e stranezze a Montefiascone (VT) da doverle segnalare così palesemente qui, su Folle di corsa, utilizzando il medesimo Est! Est!! Est!!!


EST! EST!! EST!!! C'è (c'è!, c'è!) a Montefiascone un vino DOC avente proprio questo strano e triplice nome nato da un episodio che riassume in sé sia la storia della città sia la superba qualità dell'uva locale. 
Nel 1111, il futuro imperatore del Sacro Romano Impero Enrico V scese in Italia per farsi incoronare a Roma da papa Pasquale II. 
Tra gli uomini del seguito c'era anche un certo Johannes Defuk, un vescovo tedesco grande estimatore di vini. Alcuni pensano fosse invece un duca ma bisogna considerare che, nella Germania di quel tempo, le due cariche potevano essere ricoperte dalla stessa persona.
Fatto sta che quando il nostro nobile viaggiava era solito farsi precedere dal proprio messo Martino, avente l'importantissimo compito di entrare nelle osterie, chiedere da bere, assaggiare e relazionare silenziosamente al prelato lasciando sulla porta della locanda indicazioni molto chiare.

Montefiascone-est-est-est

Nessuna scritta significava "vino assente o scadente, passare oltre". La particella latina EST!, traducibile in "c'è!", indicava la presenza di un prodotto dell'uva degno di sosta. EST! EST!! era invece il codice per "fermati assolutamente! Qua si beve che è una meraviglia ..."
Ora immaginiamoci il passaggio del seguito di Enrico V per Montefiascone, la vista di un EST! EST!! EST!!! e magari di un Martino esaltato che richiama l'attenzione saltellando accanto alla porta dell'osteria, conscio di aver trovato il miglior vino mai assaggiato.
Johannes Defuk si fermò per qualche giorno a Montefiascone, bevve e confermò il giudizio del sottoposto. 
Tanto che sulla via del ritorno da Roma decise di stabilirsi in quel borgo sul Lago di Bolsena.

Montefiascone-est-est-est

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...