Post

Visualizzazione dei post da 2017
folle-di-corsa-banner

Ciao 2017 ... Buon 2018!

Immagine
31 dicembre 2017. E come sempre tempo di bilanci. No, non ti preoccupare, non stiamo parlando di Bilance. Di quello ci occuperemo tra un po', magari indossando una maglia con su scritto "domani riprendo ... a correre".
Oggi invece è il tempo di bilanci legati all'anno che se ne va, il 2017, e al 2018 che inizia.  E sarai tu a tirare le somme nei commenti qui sotto o sui social, mentre io ti farò solo domande.  Innanzitutto, come stai?  Ora che sono passati un po' di mesi, come va il nuovo sito? Come ti sembrano i vari piccoli grandi cambiamenti, correzioni, restyling? La sezione Esperienze di Folle di corsa ti è utile? I link in Quando e dove mettono un po' d'ordine? L'invenzione di questi post di corsa brevi e schietti ti piace?  E come ce la caviamo sui social? C'è qualcosa che vorresti o NON vorresti vedere? In merito ai post, invece, quale ti è piaciuto di più? Qual'è la corsa che ti ha colpito maggiormente? Hai consigli? proposte? sfide p…

Il Palio della Gru di Grugliasco

Immagine
CATTIVISSIMO ME Se pensavi che poche ore prima di Natale Folle di corsa ti regalasse un ennesimo post natalizio, hai sbagliato di grosso.  Qui si parla del Palio della Gru di inizio giugno a Grugliasco (TO) e cioè di storia, araldica, antiche tradizioni di carnevale, peste, monatti in corsa e carretti da trainare. 

GRUGLIASCO E LA GRU Con Gru non mi riferisco agli enormi sollevatori presenti nei cantieri edili. E neppure al protagonista della serie di film d'animazione "Cattivissimo Me", titolo che potrebbe riportarci al Natale definendo perfettamente i vari Grinch e Scrooge

La Gru di Grugliasco invece è quel volatile spesso in biblico su una sola zampa, divenuto dall'inizio del XVII secolo il simbolo della Comunità proprio in rappresentazione figurata del suo stesso nome.  L'odierno stemma comunale, infatti, deriva dal Seicento e vede apparire ben due Gru. Eccone una in atto di spiccare il volo dalla corona muraria tipica di ogni comune italiano e l'altra, …

Rincorrendo il Natale

Immagine
Ah, dicembre... Ponte dell'Immacolata, Santa Lucia, il Solstizio d'Inverno, Vigilia ed ecco, infine, il NataleNon la senti tutta questa frenesia fatta di buoni pensieri, che cresce e aumenta in attesa del 25?
Forse meno del solito. E sicuramente perchè tra corse, rincorse e pause Folle di corsa è in netto ritardo sulla tabella di marcia natalizia che avrebbe dovuto accompagnarti verso quel Giorno lì, quello con la G maiuscola. Quello tanto buono, sfavillante, tradizionale e folkloristico.  Esatto, sono in ritardo. E so che stai pensando "Sai che novità..." Ma niente panico o insofferenza. Tanto siamo qui per correre e tutto sommato il ritardo è un buon motivo, anzi ottimo, per alzarsi e darsi una bella mossa.  E così quelli che ci separano dal Natale saranno giorni ricchi di vecchi post ad hoc da leggere, condivisi (condivisi... proprio un bel termine natalizio) sui social di Folle di corsa.   Questo vuol dire che non devi fare altro che seguirmi letteralmenmetafori…

Eccomi su 4Writing con i #PostRights

Immagine
Ricordi a inizio novembre quando ti scrissi che stavo preparando un misterioso post lontano da qui (vai a Monteviasco e gli impegni)? E ricordi quando a fine settembre difesi a spada tratta il diritto dei vecchi post di essere rilanciati sui social (vai a La carica dei post mai dimenticati)? Bene, ora posso svelarti tutto. Ho scritto per il portale 4writing l'articolo #PostRights: i 7 diritti dei post che diventano nostri doveri.
Eh, sì. Partendo proprio da quel post di corsa ho sviluppato 7 diritti fondamentali, 7 #PostRights che qualsiasi webwriter, blogger o copywriter ha il dovere di tutelare nei confronti dei propri scritti lanciati sul web. E 4Writing, portale d'informazione dedicato alla comunicazione professionale sul web, non solo si è mostrato disponibile a pubblicare nel proprio blog queste pillole utili a tutti, ma mi ha offerto anche l'opportunità di collaborare con loro.
Un grazie mille quindi ai mostri sacri della comunicazione sul web di 4Writing e, ovviame…

BDC #23: Saraceni vs Bizantini nel Palio di Rometta

Immagine
PALIO DI ERIMATA L'enorubricaBotte di corsa torna in grande stile e fa tappa in Sicilia, a Rometta (ME).  Qui le II edizioni del Palio di Erimata si basano su uno scontro estivo tra Saraceni e Bizantini, il tutto per una spada e una città.  In un modo alquanto geniale di unire storia, cultura e sport.

NUMERO 23 Ti avviso, questo capitolo sarà speciale.   Non perchè il 23 era il numero di maglia del mitico Michael "Air" Jordan, ora passato sulle spalle del fenomeno odierno LeBron James. E nemmeno perchè il nostro Testimonial inconsapevole Jim Carrey (guarda il banner qui sopra o vai a Yes, Man ... Instagram!) nel geniale film di alcuni anni fa vedeva ovunque quelle due cifre. No. E' perchè in questo post parleremo poco di corse rotolanti e tanto di storia, tradizioni, stranezze e folklore. Ma prima di tutto, facciamo un salto indietro nel tempo a Erimata.  

ERIMATA, L'ASSEDIO E LA SPADA Alla metà del X secolo dopo Cristo, Erimata è un piccolo borgo bizantino nella …

Tutti i Folli del Campanile

Immagine
MEDE Con domenica scorsa, la Cronoscalinata al Campanile di Mede (PV) è giunta all'edizione numero 5 e al 2° Memorial Roberto Gabutti. Raccontai la mia prima esperienza sui 300 metri di giro della piazza e 170 gradini nel post Mede: cronaca di una cronoscalinata e oggi, con un tesoretto di 3 partecipazioni (2014, 2016 e 2017), la mia cronaca si concentrerà invece sui cronoscalinatori del campanile di questi anni.  Ecco quindi tutti i Folli del campanile

MARCO Folle pioniere del Campanile, partecipa alla Cronoscalinata nel lontano 2014.  Ride e scherza in qualsiasi momento, forse anche sulle strette scale del campanile. Il suo agonismo comunque è sempre alle stelle, ma tralasciamo il suo riscaldamento. Un caffè in un bar.   Volenteroso di cimentarsi nuovamente con gli scalini del campanile, in vista dell'edizione 2016 cerca inutilmente di reclutare più Folli possibili. Viene tuttavia "impegnato" da meravigliose avventure casalinghe e familiari.
STEFANO Folle di lungo co…

Monteviasco e gli impegni

Immagine
  POST DI CORSA? Nato nella mia testa come un semplice e veloce post di corsa, questo testo si è pian piano trasformato.  Insomma, mica potevo sbolognare in poche righe Monteviasco e i prossimi impegni...

MONTEVIASCO Lo so, la notte del 31 ottobre è ormai un lontano ricordo.  E so anche che Monteviasco, la frazione semifantasma di Curiglia con Monteviasco (VA), avrebbe dovuto essere lo special di Halloween del mio profilo twitter @girodeicomuni.  Eppure, avendoti avvisato anche qui su Folle di corsa (vai a Propositi di Halloween) e ingolosito con qualche foto sui social, mi sembra giusto dirti un po' come è andata. Bene, direi.  Il paesino montano di 5 anime può essere raggiunto tramite una scalinata di 1400 gradini oppure con una piccola funicolare. Essendo arrivato ai piedi del monte a tramonto già iniziato (dannato cambio d'ora!) dopo aver sbagliato anche versante della Valle Veddasca, ho optato per la funivia. 

Giretto serale nella Monteviasco semi-deserta e giù con l'u…

La Ghirlanda segreta del Castello Sforzesco di Milano

Immagine
  SPECIAL DI HALLOWEEN Sapere che esattamente 5 metri sopra la tua testa qualcuno stia correndo nel Parco Sempione di Milano, attorno al fossato del Castello Sforzesco, con la sera oramai diventata notte.  Sapere esattamente di essere nei sotterranei della Ghirlanda, baluardo difensivo che tanti sopra di te non conoscono. Ecco luoghi segreti, storie da brivido, inquietudini podistiche. E se queste non sono degne premesse per lo special di Halloween di Folle di corsa, non so cos'altro dire.

PARANOIA Dato che è il post del 31 ottobre, te lo spiegherò in un modo che sia tutto spaventoso, terribile e tenebroso.  Perché, come direbbe il noto scrittore noir e giornalista Carlo Lucarelli, se questa storia fosse un film s'intitolerebbe "Paranoia". Fabio De Luigi invece, facendone l'imitazione, direbbe solo una cosa.

Infatti Castello SforzescoStrada Coperta della Ghirlanda non sono infestati da fantasmi o colpiti da maledizioni, ma permeati da una sensazione di vera pau…

Propositi di Halloween

Immagine
Ed ecco avvicinarsi la tetra notte di Halloween.  Niente paura, anche quest'anno lo special di Folle di corsa ci sarà. Eccolo lì, quasi pronto ad essere pubblicato.  Chi mi ha seguito nei giorni scorsi sui social possiede già qualche oscuro indizio e per chi invece avesse perso l'attimo, si tratterà del racconto di una strana esperienza fatta a Milano, come nel 2016 (vai a Di corsa nella Rotonda della Besana).  
E quando nel pomeriggio sempre più buio e pauroso del 31 ottobre uscirà questo post, io sarò lontano.  Da tutto e da tutti. Perché anche questo Halloween, dopo averlo fatto per la prima volta l'anno scorso a Savogno (vai a Le 5 scalinate più difficili per Folle di corsa), passerò la notte più paurosa in un altro paese spettrale, sperduto e quasi fantasma.  Sarai aggiornato in tempo reale sui social di Folle di corsa e @girodeicomuni? . Solo qualche foto, un paio di tweet e poi basta.
Tutto sommato è Halloween. Lasciami il tempo di seguire letteralmente spaventose …

Si sta camminando la World Francigena Ultramarathon

Immagine
IN QUESTI ISTANTI Esatto, in questi istanti si sta camminando da Siena ad Acquapendente (VT) lungo la prima Ultramarathon in Italia in cui NON si può correre.  E Folle di corsa si dovrebbe offendere, protestare ed evitare di parlarne? Nemmeno per sogno. Anche perchè questa passeggiata di 120 Km (o anche meno) partita oggi e che terminerà domani 22 ottobre percorrerà la Via Francigena.

NON SI CORRE Già, e non siamo sul bordo di una piscina.  E approvo perfettamente quanto stabilito nel regolamento della World Francigena Ultramarathon. Oltre al fatto di non essere pensata come una manifestazione competitiva, credo che il divieto di corsa valorizzi al meglio lo scopo della manifestazione, cioè quello di far conoscere un territorio ricco di bellezze naturali ed artistiche, un fenomenale patrimonio storico-culturale ed ambientale.

Chi ha organizzato e patrocinato l'evento, infatti, sono i Comuni attraversati (Siena, Acquapendente, Monteroni d’Arbia, Buonconvento, Montalcino, San Quirico …

Correre (e camminare) con la Bandiera Azzurra Fidal-Anci

Immagine
Ne sono sicuro. Bandiera Azzurra trionferà.  A breve, il neonato simbolo del patto tra FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera) e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), sventolerà vittorioso sopra le tante città conquistate a suon di corse e di camminate. 
Ma andiamo con ordine. La Bandiera Azzurra è un segno distintivo ideato da FIDAL in collaborazione con ANCI per riconoscere le Città della Corsa e del Cammino, cioè quei Comuni italiani che si impegneranno a promuovere il movimento podistico e migliorare la salute dei propri cittadini.  Creatore e coordinatore del progetto è l'olimpionico Maurizio Damilano. L'idea è quella di far diventare le nostre città delle palestre a cielo aperto, promuovendo stili di vita salutari e delle attività motorie semplici, immediate, a costo zero. Per ottenere la Bandiera Azzurra bisognerà dimostrare di essere città che hanno a cuore la salute ed il benessere dei propri cittadini, offrendo spazi e percorsi verdi certificati, c…

Robbio: il Palio dl'Urmon e le carriole

Immagine
  UN PO' DI CORSE A Robbio (PV) da trent'anni esiste un Palio dedicato ad un albero secolare ormai scomparso. Stiamo parlando del Palio dl'Urmon.  Tra fine agosto e inizio settembre, oltre alla Corsa delle Carriole, gli 8 Rioni del paese si sfidano a strani giochi tradizionali che, a volte, hanno nel correre il loro elemento principale.

ROBBIO, L'OLMO E IL PALIO Qui lo dico e qui lo nego.  Avanti e indietro dalla Lomellina e Robbio, nei miei giri (vai a Correndo (e non solo) per la Lomellina), non l'ho mai considerata. Che vergogna, per uno storico medievale a cui piace il romanico. Che figuraccia! Eppure siamo qui per scrivere del Palio dl'Urmon e dell'Olmo tanto entrato nel cuore dei robbiesi (e forse anche nello stemma comunale). 

Piantato insieme ad altri nel 1768 davanti alla chiesa parrocchiale, rimase l'unico olmo dopo che i suoi compagni vennero abbattuti per ricavare legname. Il "grande vecchio" vegliò su Robbio per 220 anni fino al 2 …
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


RICORDA, NON BISOGNA ESSERE ATLETI PROFESSIONISTI PER SEGUIRE LE ORME DI FOLLE DI CORSA.
BASTA INFORMARSI, EVITARE DI LANCIARSI IN IMPRESE AL DI SOPRA DELLE PROPRIE CAPACITA' E RICORDARE DI PREPARARSI ADEGUATAMENTE ALL'EVENTO CON QUALCHE ALLENAMENTO SPECIFICO ....