martedì 29 dicembre 2015

Correndo (e non solo) per la Lomellina


OLTRE LA CORSA DEI BABBI Se pensi che questo sia solo un post dedicato alla Corsa dei Babbi (Natale) di domenica 20 dicembre a Mede (PV), ti sbagli. 
Infatti, ci sarà anche un avviso per le Folle di corsa dedite alle campestri e, soprattutto, un breve spaccato di quanto può offrire la Lomellina, quel "tallone" di Lombardia compreso tra il Ticino, il Po e il Piemonte. 

mede-corsa-babbi-natale-2015

RISCALDAMENTO NATALIZIO Ma partiamo da Mede e dalla Corsa dei Babbi 2015
La manifestazione podistica non competitiva dal tema natalizio e dall'offerta libera (destinata ai Vigili del Fuoco e ai volontari del canile), si è svolta in una tarda mattinata dal clima gradevole.
Il punto di ritrovo si riempie pian piano di decine di Babbi Natale più o meno improvvisati, più o meno sportivi. Me compreso.
Nessuno si scalda, tutti sono stravacati a parlare, fare foto e mangiare. Ciascuno risparmia le forze in attesa della corsa di 4 km o della camminata da 1 e, soprattutto, in previsione della faticaccia della notte di Natale.

mede-corsa-babbi-natale-2015-volontariato

Ultima foto di gruppo e si parte. Corri in direzione delle campagne, torna verso il campanile della Cronoscalinata. Vai fin dove le case si diradano, trotterella nelle vie sempre più strette e centrali di Mede.
Siamo a ranghi serrati e, nel caso di sfilacciamenti, ecco il grido "Ehi, davanti, mollate un po'!". E si ritorna compatti.
Un gruppo rosso e bianco che saluta chi guarda divertito dalla finestra, riceve gli applausi da quelli che incontra, esulta allo strombazzare natalizio di chi, in macchina, accosta e si gode quei 30 secondi di fiume barbuto.
Infine torniamo nella piazza che ci ha visti partire, per scambiarci gli ultimi auguri e piluccare una fetta di panettone o un tè caldo. Missione compiuta. 
La Corsa dei Babbi, infatti, è stata un riscaldamento, non tanto nel fisico quanto nello spirito natalizio di corridori, camminatori, pubblico e intera città di Mede.  

mede-corsa-babbi-natale-2015

AVVISO PER GENNAIO E gli Amici del 115 erano là, di fianco al gazebo presidiato dai Babbi Natale, ad offrire Vin Brulè ed aiutare, come sempre, qualcuno. 
Quattro chiacchiere prima della Corsa, quattro chiacchiere dopo e un "Ci vediamo per la campestre di Gennaio?
Boh, forse passo. Devolverei a qualcun altro una di quelle gare da lasciarci le ... scarpe. 

mede-corsa-babbi-natale-2015-amici-pompieri

Organizzata dal Comune, dall'Associazione 115 Amici dei pompieri e dall'Atletica Pavese, Domenica 24 gennaio 2016 tornerà per la quarta volta a Mede una delle campestri più Folli che ci siano, fatta di fango, fossati agricoli e una buona dose di freddo e fatica. Se ti va bene (e hai l'età giusta) finisci dopo 2 km, altrimenti la distanza da percorrere si raddoppia o si triplica. 
Una di quelle gare che, insomma, ti fanno sorridere benevolmente di tante altre corse.

IN GIRO Nel salutare Mede ed avviarmi a scoprire un po' di Lomellina, incontro una rotonda che mi indirizza verso più luoghi, vicini e lontani. Pur prendendo appunti decido, per il momento, di rimanere in quella pianura agricola dei dintorni. 

mede-città-atene-madrid-mosca

mercoledì 16 dicembre 2015

Un regalo di corsa a Mede


CAMBIAMO UN PO' Sebbene il disputare una corsa natalizia vestito da Babbo Natale sia ormai diventata una tradizione, quest'anno voglio cambiare un po'. Ma non troppo.
Infatti, la consueta Babbo Running di Milano che aveva rappresentato una delle premesse per la creazione di Folle di corsa (vedi i post dell'anno scorso Babbo Running: istruzioni per l'uso e Dentro la Babbo Running di Milano), è stata accantonata in favore dell'ormai prossima Corsa natalizia di Mede (PV) del 20 dicembre.
E anche il tradizionale sacco di Babbo Natale, fedele seppur ingombrante compagno di corsa, verrà sostituito con un regalo, in linea con la nostra storia natalizia (se non l'hai ancora letta, vai a Un regalo per ogni runner).
Più che un cambio, quindi, è cercare di vedere le stesse cose da un altro punto di vista.
Un po' come le giornate passate in Archivio di Stato a Milano che ora, sotto Natale, si rivelano indispensabili per altri motivi. 

MEDE-CORSA-BABBI-NATALE-2015

MEDE, 20 DICEMBRE Domenica mattina tornerò a Mede (PV), dagli Amici del 115 (vai a A Mede una nuova casa per gli Amici del 115) e da quell'alto campanile pieno di gradini sede della Cronoscalinata (vai a Mede: cronaca di una Cronoscalinata). 
Smoking "natalizio" obbligatorio o, almeno, cappello di Babbo Natale.
Ritrovo alle 10.45 in Piazza Repubblica, partenza alle 11.30, 4 km e qualcosa di strade cittadine per tornare al punto di partenza. 
L'iscrizione sarà ad offerta libera. Il ricavato devoluto in beneficenza a favore dell'Associazione 115 amici dei Pompieri e dell'Associazione "La Cuccia" Onlus - Canile di Mede (saranno ben accette anche donazioni di cibo per cani, coperte e beni di prima necessità per gli animali). 
E, usando le parole degli organizzatori, lo spirito dell'edizione numero 5 della Corsa dei Babbi di Mede non sarà competitivo, ma goliardico e benefico: 

"Vogliamo soltanto trovarci e passare un paio d’ore insieme, fare una corsetta o 
una passeggiata, farci gli auguri di Natale e se ci riusciamo raccogliere qualche euro 
da devolvere a qualcuno che ha bisogno. [...] Si potrà correre o camminare, 
sarebbe bello fare 2 gruppi in modo da muoversi tutti insieme..." 

Per altre info, clicca qui.

mercoledì 9 dicembre 2015

Un regalo per ogni runner


SPECIAL DI NATALE Ciao, ti ho fatto attendere troppo? Forse sì. 
O forse stai attendendo qualcosa di più importante. Il Natale, per esempio. 
Eh sì, proprio quel periodo di festa e gioia a cui, però, bisogna arrivare preparati.  
E chi più di noi sa cosa vuole dire Preparazione? Siano essi obiettivi da raggiungere correndo o liste di regali da fare, ci vuole allenamento.
Ma, per i prossimi 5 minuti, non ci pensare.
Ora leggi la storia di Natale di Folle di corsa immaginandoti seduto in poltrona davanti al caminetto acceso, con la neve che scende là fuori e copre, lentamente, ogni cosa, compreso quell'albero addobbato laggiù ...

Questo è "Un regalo per ogni runner" e non solo 

natale-caminetto-gif

LA CORSA, CHE PASSIONE! Correva sempre, quando poteva. Bastavano solo 10 minuti, una strada, delle scarpe e un po' di inventiva. 
Gli piaceva.
Non si poteva definire un runner professionista, ma nemmeno l'ultimo arrivato. Le sue belle esperienze le aveva vissute e aveva in mente tanti nuovi progetti, ma sapeva di avere ancora molto da imparare. Per esempio, come correre d'inverno.
Prima aveva provato a vestirsi a cipolla, poi a comprare super tessuti tecnici e autoipnotizzarsi, infine si era affidato al consiglio di esperti.

EPPURE, AVEVA SEMPRE FREDDO Ogni volta che si vestiva per andare a correre nel sempre più freddo dicembre, sembrava si preparasse per una battaglia. Sceglieva con estrema cura cosa indossare e poi procedeva nella vestizione di quell'armatura lentamente, cercando di trattenere l'ansia e gli sguardi a quel gelido esterno scuro e ostile. Il divertimento era volato via insieme alle foglie autunnali, lasciando solamente un pallido sole invernale di speranza.
La speranza era che il Generale Inverno fosse un po' distratto e, almeno per un quarto d'ora, non gli scatenasse addosso le sue armate di vento pungente o intemperie ghiacciate. Certo, tessuti, consigli, esperienze avevano aiutato parecchio, ma aveva comunque freddo.  
No, non poteva andare avanti così. 
Le prime temperature sotto lo zero di dicembre, fatte di buio e alberi spettrali, piedi e mani congelati, nasi ghiacciati e occhi serrati per il freddo, gli stavano piano piano assiderando la voglia di dedicarsi alla sua passione per la corsa.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...